Fashion

Zara ha convertito tutta la sua produzione: ora crea solo mascherine e camici!

Sono ormai molti i colossi della moda che, con le loro donazioni, cercano di combattere contro quest’emergenza che sta colpendo tutto il mondo. Oltre ad Armani in Italia, anche Zara, marchio della moda spagnola, ha deciso di convertire la sua produzione di abbigliamento, in mascherine e camici da donare a medici e infermieri di tutta Spagna.

Il fondatore di Inditex e del gruppo spagnolo Zara, con sede ad Arteixo, in Galizia, ha annunciato che convertirà le filiere di abbigliamento in fabbriche per la realizzazione di presidi sanitari come mascherine e camici.
Amancio Ortega, fondatore della catena di abbigliamento, ha deciso, dunque, di aiutare il governo spagnolo mettendo a disposizione la sua rete logistica, diffusa in tutto il mondo, per soddisfare le esigenze del momento.
L’azienda spagnola si è posta quindi l’obiettivo di agevolare l’approvvigionamento del materiale tessile in Spagna, fondamentale per la creazione dei presidi sanitari in questione. Ad oggi, Zara ha già donato più di 10 mila mascherine. Tuttavia, il suo prossimo obiettivo è quello di donare 300 mila mascherine nei prossimi giorni.
La Spagna è il secondo paese europeo, dopo l’Italia, ad aver raggiunto un gran numero di contagiati da coronavirus. Infatti, i casi sono aumentati esponenzialmente e Madrid è la città più colpita al momento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close