Life & Love

Dimenticare non serve, piuttosto è utile utilizzare bene i ricordi!

L’attuale emergenza sanitaria fa tornare in primo piano la nostra parte più emotiva in quanto possono riaffiorare diverse emozioni. Il coronavirus, infatti, è sicuramente anche un’epidemia emotiva poiché dento di noi accade un arrovellamento di vissuti positivi e non.
In questo periodo siamo molto più sensibili al dolore e alla paura piuttosto che alla gioia continua. Le informazioni che immagazziniamo restano iscritte in modo indelebile nei circuiti cerebrali. Ognuno, però, può costruirsi uno spazio mentale di resistenza di fronte al contagio emotivo della paura o del dolore. Perseverare nel coltivare abitudini piacevoli, chiacchierare con le amiche, prendersi cura di un animale domestico, dialogare e confrontarsi con i propri cari, sembrano tessere minuscole, ma fanno la differenza. Creano una riserva di emozioni positive, una memoria esterna sempre integra che è in grado di riparare il nostro computer emozionale quando tutto sembra perduto. Sicuramente, avendo più tempo a disposizione, vi possono essere ricordi nei quali è possibile che il soggetto si senta sovraccaricato emotivamente, per questo motivo è utile utilizzarli bene piuttosto che cercare di rimuoverli. Anche i vissuti emozionali attuali vanno elaborati in maniera costruttiva cercando di trarre gli aspetti positivi di tale situazione in modo che i ricordi di ciò che stiamo vivendo possano diventare un viatico per sperimentare emozioni positive traendo gli aspetti che più possono aiutare il nostro percorso evolutivo.


Dott. ssa Immacolata Dell’Aversana
Psicologa e Mediatrice familiare

https://www.facebook.com/Dottoressa-Immacolata-DellAversana-Psicologa-238775650041753/

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close